Lettori fissi

martedì 21 dicembre 2010

Ricetta ciambelline al vino


Premetto che questa ricetta l'ho avuta anni fa da una collega che nel passarmela mi dette la quantità di tutti gli ingredienti tranne quella della farina. Le sue parole furono: "per la farina, quanta ne raccoglie". Io che all'epoca non ero pratica di dolci (bei tempi!!!!!!) non riuscii a capire cosa significasse, ma per timore di far brutta figura non chiesi spiegazioni. Quindi  ad oggi, nonostante abbia provato più volte a contare i bicchieri di farina necessari (eh già, perché l'unità di misura é un bicchiere), non so perché, ma ad un certo momento perdo il conto e quindi devo continuare ad occhio....., "finché ne raccoglie"-
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di olio di semi
1 bicchiere di vino (rosso o bianco é indifferente, ma se é frizzante o addirittua uno spumante avrete ciambelline molto più buone)
1 bustina di lievito in polvere per dolci
ah......dimenticavo,  "farina quanta ne raccoglie"    Ahahahahah
Dunque, o fate la fontana con la farina e poi versate lo zucchero, l'olio, il vino ei alla fine il lievito mischiato con la farina, oppure sbattete tutto dentro una ciotola, e poi precedete all'impasto. In entrambi i casi, io faccio riposare un po' l'impasto ed intanto accendo il forno ventilato a 180°, formo le ciambelle, le spolvero di zucchero e le metto sulla leccarda con la carta da forno. Di norma io mi accorgo che sono cotte quando per casa si sente una specie di vocina che dice "mangiami mangiami" ed uno strabiliante profumo di pasticceria. Allora mi precipito e anche se sembrano ancora morbide, le tolgo subito ugualmente altrimenti diventano  dure in un baleno. Con la suddetta dose a me vengono circa 20-25 ciambelline, dipende dalla grandezza. Ma per averne di più é sufficiente aumentare le dosi. Semplice no?
E visto che siamo in tema di dolci, vi posto anche la foto di una bella torta fatta con lo stampo di silicone a forma di rosa: sapore molto buono, peccato però che questi stampi lascino il dolce umidiccio.

6 commenti:

  1. Buongiornooooo!!!!!!!
    Brava, grazie per la ricetta, così le ciambelline me le sparo al volo!!
    Il tuo girovagare per sfondi e compagnia bella non ti fa perdere la simpatia, vedrai che con il tempo sicuramente otterrai quello che vuoi......porta pazienzaaaaaa.
    Il fondo begiolino se mi permetti una critica costruttiva,non lo amo in modo particolare.....ti vedo più frizzante.
    Ti ringrazio per i complimenti, mi fa piacere quando le persone si trovano a proprio agio, sicuramente la paperotta sarà elegantissima con la sua nuova mise, e sicuramente si potranno fare altre cose carine, del resto devi far uscire la stoffa della creativa che da sempre è dentro di te.
    un baciotto e buona giornata.

    RispondiElimina
  2. E' davvero invitante....brava!

    RispondiElimina
  3. Aaah le ciambelline al vino!! Mia madre faceva i biscottini , tipo dita di fata, con la stessa ricetta che sparivano in poche ore !! Grazie per averla riproposta , fa paret dei miei ricordi!
    ciao, gloria

    RispondiElimina
  4. Anche le mie ciambelline spariscono, anzi peggio.......evaporano. Così dice Sandro quando gli chiedo: "Ma le ciambelline dove sono finite?" e lui, candidamente:"Mica é colpa mia se le tue ciambelle evaporano"

    RispondiElimina
  5. Se ve que queda delicioso. Saludos desde México.

    RispondiElimina
  6. Grazie Rosali e a te saluti dall'Italia e da Roma in particolare. Quando mi passerà la paura dell'aereo verrò in Messico. Ciao

    RispondiElimina